Market Watch: Dopo un Mercoledì di sangue, Bitcoin lotta a 13.000 dollari come ETH sotto i 400 dollari

Bitcoin sembra lottare per l’ambita cifra di 13.000 dollari. La maggior parte degli altcoin continua a sanguinare e la capitalizzazione di mercato è scesa a 391 miliardi di dollari.

Il Bitcoin ha fatto un giro sulle montagne russe nelle ultime 24 ore, passando da un nuovo massimo annuale di quasi 14.000 dollari a meno di 13.000 dollari. La maggior parte degli altcoin ha imitato il loro leader, e il tetto totale del mercato è sceso di 15 miliardi di dollari.

Bitcoin’s Wild 24H Ride

Come riportato ieri mattina da CryptoPotato, tutto sembrava andare per il verso giusto per BTC. La criptovaluta stava salendo e ha raggiunto un altro picco nel 2020. Infatti, con un prezzo di 13.865 dollari, è arrivata a pochi centimetri dal battere il record dell’anno scorso.

Tuttavia, non doveva essere così, poiché la situazione si è invertita in modo piuttosto vigoroso. Nelle ore successive, il valore del Bitcoin è crollato. Questo ha portato ad un minimo giornaliero di circa 12.920 dollari (su Bitstamp). In altre parole, la crittovaluta primaria ha perso quasi 1.000 dollari in poche candele ogni ora.

Da allora, però, la Bitcoin ha recuperato alcune delle sue perdite. Dopo aver recuperato il livello di prezzo di 13.000 dollari, BTC è salita alla sua posizione attuale – circa 13.150 dollari.

Durante la sua discesa, BTC ha trovato supporto da qualche parte intorno alla linea da 12.950 dollari. Se si dovesse verificare un altro calo di prezzo e Bitcoin si rompesse al di sotto di esso, il livello di supporto successivo è a 12.800 dollari. Al contrario, BTC deve superare la resistenza a 13.500 dollari per tornare alla sua recente corsa dei tori.

Il rosso domina gli Altcoin

Come accade di solito, quando il Bitcoin precipita, lo stesso accade alla maggior parte degli altercoin. Lo scenario si è ripetuto ieri, e nonostante la maggior parte di loro abbia recuperato alcune delle perdite, il rosso è ancora il colore predominante.

Su una scala di 24 ore, l’Ethereum è sceso del 2,3% e fatica a rimanere sotto i 390 dollari. L’ondulazione (-2,5%) è scesa al di sotto di 0,25 dollari. Anche Binance Coin (-3,3%), Chainlink (-2,4%), Polkadot (-4,6%), Litecoin (-4,25%) e Bitcoin SV (-1,3%) hanno dipinto di rosso.

Crypto.com Coin ha perso il maggior valore da ieri – 10%. CRO commercia al di sotto di 0,09 dollari. Il prezzo della Cryptocurrency non ha goduto finora di ottobre in quanto è sceso di oltre il 40% dall’inizio del mese.

Aragona (-8,5%), Protocollo Oceanico (-8%), Maker (-7%), Celo (-7%) e Yearn. Finance (-7%) seguono. In totale, la capitalizzazione di mercato cumulativa di tutti i beni digitali è scesa da 410 miliardi di dollari a 391 miliardi di dollari.